Centro Culturale Polivalente
Slider

Da oltre trent'anni il polo culturale fondamentale per la comunità di Gattatico.

Con uno straordinario concerto dell’Orchestra Sinfonica dell’Emilia Romagna, il 22 settembre del 1988 veniva inaugurato, a Gattatico, il Centro culturale Polivalente, composto da una sala spettacoli con circa 200 posti, da un’accogliente biblioteca e da un ampio atrio, utilizzato in seguito anche come spazio mostre.

La struttura era molto attesa, in quanto la chiusura del vecchio cinema avvenuta qualche anno prima e la destinazione ad altro uso di un locale per il prestito libri gestito da volontari,  avevano lasciato il paese, che pure vantava una vivace tradizione sia nell’ambito del teatro che delle biblioteche popolari, privo di luoghi idonei per la promozione culturale e dello spettacolo.

Dopo l’apertura ufficiale il Centro ha subito iniziato a funzionare a pieno ritmo: ad ottobre dello stesso  anno sono iniziate le proiezioni cinematografiche, riscuotendo un entusiastico gradimento in particolare tra ragazzi; nello stesso periodo hanno preso il via le rappresentazioni teatrali con grande riscontro soprattutto per le commedie dialettali; nei mesi successivi hanno cominciato a tenersi, con una certa frequenza, anche concerti e saggi musicali.

Nuovi gruppi attivi nell'ambito artistico

Grazie alla disponibilità di  questo spazio, si sono ben presto formati gruppi attivi in vari ambiti: una nuova compagnia teatrale Fnil Bus Theater, che oltre a proporre proprie rappresentazioni  ha dato vita a una competizione per comici dilettati di notevole popolarità; un’orchestra giovanile legata alla scuola di musica; un nutrito gruppo di canto corale. Con l’inserimento  di una figura stabile, avvenuta poco tempo dopo l’avvio,  la biblioteca è entrata a tutti gli effetti nel sistema bibliotecario provinciale e, soprattutto, è divenuta un riferimento essenziale per le scuole del comune.

La realizzazione di un piccolo bar all’interno della struttura ha reso ancora più gradevole frequentare  le diverse iniziative, e sempre maggiore è diventata l’affluenza di pubblico anche da fuori comune.

Nell’atrio si sono susseguite, con cadenza quasi mensile, mostre pittoriche, fotografiche e di artigianato creativo; si può approssimativamente calcolare che, in questo arco ultra trentennale di attività espositiva, più di 300 artisti, anche piuttosto qualificati, abbiano avuto modo di  far conoscere alla collettività locale le loro opere.

Un luogo di aggregazione e di confronto sociale

Ma il Centro, in questi decenni, ha ospitato molte altre manifestazioni: appuntamenti solenni per ricordare eventi o persone di particolare rilevanza nel contesto locale; convegni su diversi temi, assemblee e dibattiti pubblici su argomenti politici o di attualità; momenti di festa e di intrattenimento vario in occasione di alcune ricorrenze.

Numerosi infine sono stati gli incontri informativi per le scuole, le “lezioni” dell’Università del tempo libero, le presentazioni di libri e i corsi formativi di teatro o di altre discipline.

In questi anni il Centro culturale polivalente di Gattatico, ha dunque rappresentato per la comunità un fondamentale luogo di aggregazione e di confronto sociale,  un incessante promotore di  esperienze culturali, educative e ricreative. Sostenuto dall’Amministrazione comunale, esso ha avuto nelle associazioni locali del teatro, della musica,  del cinema e delle arti, e nei diversi volontari che si sono succeduti, gli attori essenziali del suo funzionamento. Questa vicinanza tra la gestione e la gente del posto è probabilmente il segreto del  costante successo raccolto in tutto questo tempo, e che, si auspica, continui in futuro.